Loading the content... Loading depends on your connection speed!

Capelli dalla A alla Z – parte 2

Nella prima parte del post abbiamo parlato di curiosità, tendenze, rispolverato nozioni base sui capelli…ora siamo pronti per proseguire!

M come Movimento
Lunghi, corti o lunghezza media poco importa: il must dell’autunno/inverno 2015 è il movimento in tutte le sue declinazioni. Quindi, via libera ad uno stile wild, boho chic, nei quali i capelli sono perfettamente curati ma anche squisitamente lasciati in libertà, al limite dell’arruffato, con un effetto super naturale, da creare con una frangetta impertinente, con onde morbide etc.

N come Nutrimento
Mantenere i capelli sani e belli è un lavoro continuativo nel tempo che, per far vedere i primi risultati, richiede almeno un mese di cura. In questo processo, il nutrimento della chioma è fondamentale affinché il capello abbia tutte le sostanze necessarie per proteggersi dagli agenti esterni e dall’invecchiamento fisiologico. Per questo, soprattutto in caso di secchezza, è molto importante utilizzare trattamenti ricchi, caratterizzati da sostante funzionali ad hoc.

O come Olii
Olio di Argan, Olio di Jojoba, Olio di Vite Rossa, Olio di Macadamia, Olio di Oliva, Olio di Mandorle, Olio di Semi di lino, etc etc. In cosmetica l’uso di questo fluido prezioso non è un caso: oltre che per i prodotti corpo, gli oli sono fondamentali nei prodotti per capelli poiché, in generale, si caratterizzano per il loro apporto ricco di sostanze funzionali al benessere della chioma, ma anche perché tendono a renderla più soffice e lucente. Ogni olio, ovviamente, svolge una sua funziona specifica: una volta trovato quello più adatto alle nostre esigenze non ne potremmo più fare a meno!

P come parabeni
Se li conosci li eviti. I parabeni sono un gruppo di elementi chimici utilizzati, frequentemente, come conservanti in cosmetici e farmaci per le loro proprietà fungicide e battericide, al fine di ottenere una migliore conservazione dei prodotti ed evitarne l’alterazione. Purtroppo, però, nonostante questa iniziale azione benefica, nel lungo periodo possono indurre sensibilizzazione cutanea: perciò, attenzione!

Q come vitamina Q
Vitamine, ma non solo: infatti, per quanto siano basilari, esse funzionano meglio quando lavorano in sinergia con minerali, oligoelementi e micronutrienti. Fondamentali per mantenere i capelli giovani sono le vitamine antiossidanti che contrastano i radicali liberi e l’invecchiamento, soprattutto quando sono supportate dalle sostanze antiossidanti come il coenzima Q10.

R come Raccolto
È un hairstyling che non passa mai di moda per la sua raffinata ricercatezza e per le sue infinite varianti: molto “in” quest’anno, quasi a contrasto del mosso sciolto e libero, è lo chignon da ballerina, senza un capello fuori posto, oppure quelli geometrici, che richiedono le mani esperte di un acconciatore. Molto importante è il finish finale, con un capello lucidato perfettamente grazie a oli modellanti o gel.

S come Shampoo
Lo shampoo, così come lo conosciamo oggi, è un prodotto molto recente, risalente agli anni’30 del 1900. Il termine ha un’etimologia indiana, da “champo” –ossia fare pressione-, e divenne di uso comune nella seconda metà del 1700, con il significato di “massaggiare”. I primi shampoo erano molto simili al sapone ed erano realizzati con riso grezzo e paglia bruciata dalle cui ceneri, mescolate con l’acqua, si riusciva ad ottenere un prodotto schiumoso, certamente molto diverso dalle gradevoli formule che vengono sviluppate attualmente. Oggi, infatti, esistono tantissime varietà di detergenti, ma è bene ricordare una regola base che ci deve guidare nella sua scelta: un buon shampoo deve essere delicato, con la tendenza a creare poca schiuma, altrimenti potrebbe risultare troppo aggressivo e quindi pregiudicare la salute e la bellezza dei capelli! 

T come Tinta
Nel post precedente abbiamo parlato del Broux, ma questa non è certamente l’unica tendenza della stagione autunno/inverno 2015. Il must è il rosso declinato nelle tonalità ginger, del ramato e dell’aranciato che sfoca fino al rosa; ma non solo. Molto in voga sono il castano goloso al cioccolato, il grigio spruzzato di blu, il nero con riflessi viola e, infine, il biondo caramellato o nelle sue tonalità più algide che buttano al platino quasi bianco. Una regola su tutte: qualunque sia il colore, va trattato con shampoo specifici per capelli colorati, in modo da preservarne la durata e la luminosità.

U come Umidità
Conosciamo tutti gli effetti disastrosi dell’umidità sui capelli: se la chioma è liscia può diventare un mosso crespo, se è riccia si increspa e si appesantisce. Il primo accorgimento da adottare è quello di pettinare i capelli secondo la loro forma naturale; il secondo, è utilizzare dei sieri anti-crespo i quali aiutano moltissimo a tenere i capelli in ordine. Infine, possiamo ingannare l’umidità con delle acconciature ad hoc: ad esempio, il top knot, ossia lo chignon alto, comodo e molto modaiolo, le trecce in tutte le loro varianti (laterali, con la coda, alla francese, con l’attaccatura dalla fronte etc) e la Shih Tzu Ponytailche consiste nel raccogliere una porzione di capelli in una codina alta lasciando il resto della chioma sciolta (avete presente l’acconciatura tipica di Ariana Grande? Ci riferiamo esattamente a quella!).

V come vintage
Cotonature e volumi: sono sempre di moda e, soprattutto, si tratta di acconciature fantastiche per il sabato sera, anche perché hanno un sapore vintage che fa molto glamour. Per cotonare i capelli è necessario seguire pochi semplici passaggi:
1. Lavare i capelli con uno shampoo volumizzante, asciugarli a testa in giù e, alla fine, spazzolarli con cura;
2. Partendo dalla cima della testa, prelevare una ciocca di circa 5 cm e pettinarla delicatamente in senso inverso, dalle punte alle radici, e continuare finchè non si sarà ottenuto il volume desiderato;
3. Continuare a cotonare le altre ciocche e, per ottenere un volume ancora maggiore, stropicciare i capelli: ora la chioma è pronta per essere acconciata.

Z come zinco
Se vi chiedete a cosa servirà mai lo zinco, è presto detto: è un oligoelemento essenziale per la crescita sana e forte dei capelli. È coinvolto nella formazione della cheratina e del collagene, entrambi fondamentali perché consentono di ancorare i capelli al cuoio capelluto: la caduta dei capelli è, quindi, uno dei primi segnali di carenza di questa sostanza. È possibile integrarlo con appositi integratori ma il consiglio più importante per evitare la caduta dei capelli è sempre lo stesso: una corretta alimentazione che comprenda frutta, verdura, cereali, pane integrale, uova, soia e miele.

Con la z terminiamo questo approfondimento sui capelli attraverso un metodo simpatico come l’alfabeto: ma il mondo dei capelli è così vasto che necessita sempre di nuovi approfondimenti e di aggiornamenti. Perciò, continuate a seguirci su Non Solo Beauty!

Facebook Comments

comments

Comments are closed.

Facebook Connect

Mobile version: Enabled

img-newsletter