Loading the content... Loading depends on your connection speed!

Strategie di rientro: capelli dopo il mare

La fine dell’estate e il ritorno dalle vacanze: per noi donne è il momento di rimettere in forma i capelli con strategie e prodotti mirati!

Durante le vacanze tendiamo a rilassarci completamente lasciandoci andare a peccati di gola (che normalmente non faremmo) e di profondo ozio, ritagliandoci una parentesi di tempo in cui abbandoniamo tutte le salutari abitudini adottate durante l’anno.

A pagarne le spese? Spesso sono pelle e capelli che, al rientro dalle ferie, necessitano di cure e coccole in grande quantità, soprattutto se siamo stati al mare: infatti, l’inadeguata protezione al sole nelle ore più calde tende a ossidare i capelli e la sabbia e la salsedine aggrediscono la fibra capillare e il capello che appare svuotato e privo di vitalità.

Capelli dopo il mare: i problemi post vacanza

Per quanto riguarda i capelli, i problemi più comuni riguardano:

  1. cute secca;
  2. lunghezze denutrite;
  3. capelli opachi e che cadono;
  4. doppie punte;
  5. il viraggio del colore della tinta.

Si possono presentare tutti o solo alcuni: in ogni caso vi è un rimedio per ogni problematica che, però, richiede attenzione e costanza da parte nostra.

Soluzioni e strategie di rientro per i capelli

Bisogna rimediare con ordine, adottando le soluzioni di rimessa in forma dei capelli partendo dai problemi più gravi a quelli meno gravi.

  1. Il sole e la salsedine tendono a seccare e a sensibilizzare il cuoio capelluto: è necessario rigenerarlo con shampoo delicati e nutrienti, come quelli a base di Olio di Argan, che lo ammorbidiscano e ne riattivino la circolazione. Se la cute è grassa si possono usare anche shampoo a base di oli essenziali purificanti, che riequilibrano la produzione di sebo. Se la chioma ha un aspetto poco sano in generale, allora meglio puntare su uno shampoo energizzante dall’intensa azione idratante.
  2. Per le lunghezze denutrite, una sola parola: impacchi (o maschere per capelli). Ci si può affidare ai rimedi della nonna, come gli impacchi a base di yogurt, acqua e limone etc, oppure scegliere prodotti tricologici specifici. L’obiettivo è ridare idratazione e nutrimento al capello sciupato, partendo dall’interno: l’ideale è l’applicazione di una maschera alla cheratina, che restituisce alla chioma una delle sue materie prime fondamentali. Per rendere le ciocche più corpose è possibile anche applicare un olio corporizzante a risciacquo, che nutre il capello e ne aumenta lo spessore.
  3. Settembre è un mese di naturale ricambio per i capelli che, quindi, tendono a cadere più facilmente (dai 50 ai 100 al giorno): è un processo normale di rigenerazione che avviene a seguito della iper-produzione di capelli che avviene in estate, quando la cute ha maggiormente bisogno di essere protetta dalle radiazioni solari. Se, però, ci sembra che i capelli cadano in quantità più copiosa è necessario intervenire partendo da un’alimentazione corretta che preveda:
    1. fonti proteiche (carne bianca e rossa, pesce, uova, legumi e cereali);
    2. vitamine e sali minerali (in frutta e verdura di stagione);
    3. cibi amici dei capelli, come l’uva (potente antiossidante naturale), mandorle, miglio e cioccolata (si avete letto bene: abbiamo una scusa per mangiarla, ovviamente in quantità moderata!).
  4. Per le doppie punte il consiglio è scontato: una visita al parrucchiere per eliminarle e poi l’uso di oli nutrienti o cristalli liquidi ristrutturanti che, oltre a lucidare le punte, le rendono anche più forti.
  5. L’ossidazione della chioma in estate è uno dei problemi più frequenti (anche se molte di noi amano quei riflessi più chiari che si creano in modo naturale ma che, in realtà, sono solo il sintomo palese di uno stato di malessere per i capelli) e coinvolge anche e soprattutto coloro che fanno la tinta e che la vedono inevitabilmente rovinarsi e virare a colori “inaspettati”. Al rientro delle vacanze è preferibile prima sottoporre i capelli a trattamenti nutrienti, per dare loro maggiore forza, e poi fare la tinta poiché essa rappresenta comunque uno stress che è meglio evitare in caso di una chioma particolarmente rovinata.

prodotti capelli must have per il rientro dalle vacanze

Un aiuto in più

Oltre alle soluzioni proposte esistono anche degli accorgimenti che possiamo adottare per fare del bene ai capelli tutto l’anno, non solo quando sono in stato di emergenza. Ad esempio:

  • evitare sia il risciacquo dei capelli con l’acqua calda (poiché questo gesto li opacizza) sia il getto del phon ad alte temperature (che favorisce l’apertura delle squame);
  • prima dell’asciugatura applicare sempre un termoconvettore (ne esistono di specifici sia per capelli lisci che per capelli ricci);
  • acconciare i capelli in modo naturale, evitando per quanto possibili gli stress di arriccia-capelli e piastra;
  • nutrire i capelli almeno una volta settimana con una maschera, partendo dalla nuca e distribuendola poi sulle lunghezze con un pettine a denti larghi e massaggiando delicatamente per qualche minuto (per aumentare la penetrazione dei principi attivi, durante il periodo di posa, si può avvolgere la chioma in una pellicola).

Se anche i tuoi capelli sembrano aver risentito dell’estate e vuoi un consiglio personalizzato, scrivici compilando il form: nostri esperti di bellezza ti sapranno dare tanti suggerimenti utili!

 

 

 

 

Facebook Comments

comments

Leave a Comment

Facebook Connect

Mobile version: Enabled

img-newsletter